Lotta all’evasione ed equità: qualche dato per fare chiarezza

Nell’immagine proposta sono riportati, in modo chiaro ed analitico, alcuni risultati in tema di lotta all’evasione ed equità fiscale raggiunti dalla Giunta sostenuta dal PD.

dati_lotta_evasione

Agli importi indicati in tabella si dovrebbero aggiungere le segnalazioni per evasione IRPEF inviate all’Agenzia delle Entrate. In buona sostanza la media del recuperato annuo, tra gli anni d’imposta 2012- 2015 si attesta a  Euro 600.000.

TARI

Si è provveduto alla segnalazione a Gelsia di potenziali posizioni non dichiarate per un totale di  n. 1.380 (per queste l’indice di pagamento spontaneo – visti i costanti controlli preventivi – si attesta attorno al 90% – percentaule molto alta. Da notare che l’importo TARI  non è compreso nei 600.000 Euro, ma è significativo che attraverso il controllo si raggiunge l’equità fiscale.

Inoltre dai primi dati degli incassi 2016, circa il 70% degli utenti ha optato per il pagamento della rata unica, semplificando e riducendo la possibilità di evasione.

Dati : Domenico Colnaghi

Testo: G.Minerva

Alleggerita l’IMU sui capannoni.Gli artigiani lissonesi applaudono

Continua l’azione della Giunta volta a sostenere l’imprenditoria e gli artigiani lissonesi che con impegno e sacrificio lavorano ogni giorno. Come riportato dall’articolo apparso il 10.06.2016 su “Il Giorno-Brianza”, grazie al dialogo continuo tra l’APA Confartigianato Lissone e Amministrazione comunale, si è riuscito ad ottenere una diminuzione della tassazione locale, ottenendo, — per usare le parole del Presidente dell’APA locale, Giovanni Mantegazza — l’ “assoluto favore [per] la riduzione dell’Imu agli artigiani e la TASI sui capannoni”.

Sempre sul “Il Giorno-Brianza” attraverso l’analisi del Rendiconto della Gestione Finanziaria, sono state tirate le somme su quanto fatto nell’ultimo anno  dalla Giunta e dall’assessore PD al Bilancio, Domenico Colnaghi. Malgrado la diminuzione dei trasferimenti di risorse da Roma, si è riusciti a raddoppiare l’investimento nelle opere pubbliche, nessun taglio alla spesa sociale e una riduzione della tassazione venendo così incontro alle esigenze dei cittadini più disagiati.

testo G.M.