Accattonaggio: se c’è un problema affrontiamolo seriamente

Mar 16 2015
(0) Comments

“I Sindaci che hanno adottato ordinanze volte a disciplinare, limitare o vietare i fenomeni di accattonaggio, hanno realizzato un doppione della sanzione con riguardo alle condotte già contemplate nel diritto penale. Per cui chi ha emanato un’ordinanza sull’accattonaggio (compresi i sindaci di centrosinistra, tanto evocati dalle minoranze in Consiglio Comunale) ha compiuto un atto semplicemente simbolico e strumentale perché queste ordinanze hanno il solo scopo di offrire l’illusione di colmare, attraverso provvedimenti prossimali, una pericolosità del fenomeno, distorta tra la realtà e la percezione”.

Lo strumento più corretto è l’opera di coordinamento tra forze dell’ordine e Polizia Municipale al fine di far rispettare concretamente sul territorio la legislazione in materia di accattonaggio,oltre ad aggiornare il Regolamento Comunale della Polizia Municipale (risalente al 1934) nel quale sanzionare ogni atto e comportamento che crei insicurezza urbana, così come votato dalla maggioranza nella risoluzione in Consiglio Comunale, respingendo la mozione che impegnava il Sindaco ad emettere un’ordinanza urgente.

Purtroppo ad alcuni consiglieri di minoranza non interessava e non interessa affrontare davvero il problema, ma solo montare a molla la gente contro l’amministrazione facendo leva sugli zingari.

Risultato: contributo alla discussione zero, polemiche a mille.

Giancarlo Castoldi

Comments

comments

Leave us a comment