Comunicato stampa

May 04 2014
(0) Comments

In relazione alle recenti dichiarazioni dei vertici di alcune associazioni lissonesi di categoria pubblicate sulla stampa locale, nonchè alle accese e denigranti discussioni che animano i social network in questo periodo successivo alla pubblicazione e presentazione alla cittadinanza del nuovo Piano Urbano del Traffico che prevede tra le altre misure da adottare l’estensione permanente della chiusura di Piazza Libertà al traffico veicolare, i partiti e le liste civiche che sostengono l’Amministrazione Monguzzi esprimono la propria solidarietà al Sindaco e a tutti gli Assessori che ingiustamente vengono attaccati in modo immotivato e in termini personali.


Vorremmo ricordare che il Piano Urbano del Traffico (redatto per competenza dall’assessore Beretta) è lo strumento da noi tutti condiviso attraverso il quale realizzeremo uno dei punti programmatici del programma di Governo .
Rispettiamo le idee e le espressioni di ognuno e siamo disponibili all’ascolto delle osservazioni che qualsiasi cittadino o associazione si sente di inviarci  in materia, purchè tutto questo avvenga con toni e maniere che permettano un confronto sano e rispettoso delle parti  e non andando oltre la dialettica politica che non dovrebbe mai sfociare in offese gratuite.
Proprio conoscendo la delicatezza della materia, l’Amministrazione ha voluto fin da subito cercare il dialogo con i cittadini e le associazioni. Già dal marzo 2013 è stato pubblicizzato sul sito istituzionale e anche tramite la stampa locale l’apposito numero di telefono e l’indirizzo mail per far pervenire le proprie richieste ed osservazioni (giunte in numero di 210, anche da parte di associazioni e singoli operatori commerciali); il 22 novembre 2013 la bozza quasi definitiva del PUT è stata presentata in anteprima proprio agli esponenti delle attività produttive; di nuovo il 15 febbraio il PUT è stato presentato in via informale in sala consiliare ai consiglieri comunali, alle associazioni interessate alla viabilità e ancora ai gruppi di interesse anche economico (presenti due dei presidenti di associazioni di categoria); ora ci sono altri due mesi per avanzare proposte e osservazioni correttive. Respingiamo dunque al mittente le accuse di non aver coinvolto nel lavoro chiunque volesse sentirsi interessato.
Siamo certi che i cambiamenti che vogliamo mettere in atto, se ben gestiti, programmati e condivisi, porteranno un beneficio e una riqualificazione del nostro centro storico urbano che vorremmo condividere con tutta la cittadinanza, tenuto conto che sono sempre di più i cittadini che chiedono a gran voce la chiusura e la pedonalizzazione del centro storico come strumento ideale per rendere vivo il centro come tanti altri Comuni vicini.

Le forze politiche che sostengono la maggioranza di governo

Comments

comments

Leave us a comment