Lissone contro l’azzardo

Feb 13 2013
(0) Comments
Come molti di voi sanno, anche Lissone ha aderito al Manifesto dei sindaci per la legalità e contro il gioco d’azzardo.
Intervenendo alla conferenza stampa del 14 geannio Concettina Monguzzi, sindaco di Lissone, ha ringraziato per questa iniziativa, che la fa sentire meno sola. A Lissone ci sono 6 sale gioco, 2 sale scommesse, più una quantità di slot machine. Ha riconosciuto che solitamente i comuni agiscono sull’onda dell’emergenza, in questo tema invece, articolando questa rete di sindaci, si cerca di agire anche a prevenzione del problema.
Ha descritto la mozione che sarebbe stata discussa il 25 gennaio in Consiglio, e si è soffermata ad analizzare la contraddizione insita nella parola gioco per definire il gioco d’azzardo e la stessa ludopatia.
Il gioco è il contrario dell’azzardo. È attività necessaria per crescere, sviluppare la personalità e la socialità, affrontare i ruoli, accettare le sconfitte e le vittorie.
Nel gioco i bambini e i giovani scoprono le proprie forze e le debolezze, rafforzano il carattere, sperimentano la fatica e l’esercitazione, l’abilità e le difficoltà, il successo e
l’insuccesso, l’altruismo e l’assunzione di responsabilità. Tutte esperienze necessarie per crescere bene, sviluppare relazioni positive, affrontare la vita con sicurezza. Il contrario di
quanto succede con il gioco d’azzardo.
Per queste ragioni, del manifesto apprezza in modo particolare la parte dedicata all’impegno per la formazione ai fini di recuperare i valori fondanti delle nostre società basati sul lavoro, sull’impegno e sui talenti.

Comments

comments

Leave us a comment