L’Italia Giusta

Feb 21 2013
(0) Comments

L’Italia giusta sarebbe una bella cosa.

Ci sono, però, tante opinioni di giustizia nella testa delle persone che sarebbe utile capire e spiegare davvero bene che cosa si intende per Italia giusta. Per noi militanti del Partito Democratico, l’Italia giusta è un posto dove tutti rispettano le regole, dove sia chiaro che chi non le rispetta paga per ciò che ha fatto, dove tutti pagano il dovuto per contribuire al bene della cosa pubblica, dove l’integrazione e la solidarietà sia considerata una ricchezza, dove il lavoro, i diritti, ma anche i doveri tornino al centro dell’interesse della politica in tutti i suoi ambiti.
Insomma l’Italia giusta è per noi un posto dove la forbice tra i furbetti e i fessi vada sempre più riducendosi.

Per altri invece l’Italia giusta è un’altra cosa: il gruzzoletto in nero, per esempio, è cosa giusta. Loro vanno in compagnia al ristorante Italia: se il conto è di 100 euro a testa loro ne pagano solo 30, perché non ci stanno dentro, gli altri devono aggiungerci il resto per saldare il conto.

Per altri ancora l’Italia giusta è un posto dove, per far funzionare le cose, basta cacciare gli extracomunitari: non dalle aziendine dove lavorano a volte ai limiti dello sfruttamento e pagati un po’ in chiaro e un po’ in nero. Ma devono sparire dai centri urbani, dalle piazze, dalle scuole perché deturpano il paesaggio e tolgono il posto agli italiani giusti, dove hanno delle agevolazioni inenarrabili, sopraffacendo i giusti e gli onesti, mentre loro sono brutti, sporchi e cattivi.

Ad altri ancora l’Italia giusta non interessa e nemmeno capisce di che cosa si parla: l’unica cosa giusta da difendere con le unghie e con i denti e la proprietà privata, l’egocentrismo più estremo, lo sbattersene degli altri.

Noi amici del giaguaro smacchiato pensiamo che nell’Italia giusta quello che si deve pretendere senza tentennamenti, è una politica onesta, senza indugi e senza ipocrisie. Ridurre i costi di una casta ormai vorace e pretendere il rispetto delle istituzioni è il primo punto da cui partire per tornare ad essere davvero credibili.

Non si scappa da questo fondamentale punto di partenza.

bersani

Comments

comments

Leave us a comment