NIENTE MINI-IMU A LISSONE !!!

Jan 20 2014
(0) Comments

Gli anni 2012-2013 sono stati a dir poco turbolenti per i Comuni, dal momento che una incertezza normativa regna sovrana, e quindi prendere decisioni che toccano tutti i cittadini (come le tasse) ha comportato una forte responsabilità che richiede competenza e “grande capacità di interpretazione” del contesto e degli sviluppi futuri.

Sulla base di ciò, il sottoscritto, con l’appoggio di tutta l’Amministrazione, non ha consapevolmente variato l’aliquota ordinaria dell’IMU sulla I casa né nel 2012 né tantomeno nel 2013 intuendo che tale aliquota potesse costituire la base di riferimento dei contributi statali, nel caso in cui l’IMU fosse stata “eliminata”nel 2013. Col senno di poi la scelta è stata “giusta” tanto che il nostro Comune è uno dei pochi in Brianza che si può fregiare del fatto di non dover chiedere a gennaio 2014 alcuna “mini-imu” aggiuntiva ai propri cittadini.

Il Comune di Lissone non ha aumentato alcuna imposta nel 2012, mentre per il 2013 ha approvato un piccolo aumentato soltanto per alcune categorie, quali le seconde case ed gli uffici, risparmiando i laboratori artigianali, i negozi e le aree fabbricabili per favorire le attività produttive.

Sulla stessa logica si è deciso di avere una addizionale IRPEF tra le più basse di tutta la zona (4×1000 con esenzione a 11.000,00 euro). Così anche la TARES di competenza comunale (i 30 centesimi dovuti allo Stato per ogni metro quadrato di superficie erano purtroppo “intoccabili”) è stata abbassata del 10% sia per le utenze domestiche sia per le attività commerciali per effetto di un corretto utilizzo del fondo svalutazione crediti e soprattutto grazie al recupero delle mancate entrate della TIA degli anni 2012 e precedenti (1.450 incongruenze mai accertate precedentemente).

Abbiamo potuto tenere le aliquote basse anche e soprattutto per effetto della lotta all’evasione, un’evasione che ha sempre favorito pochi a discapito della cittadinanza: nel 2012 e 2013 sono stati emessi accertamenti ICI per circa 1 milione di euro ed emessi ruoli Tarsu per 350.000 euro. In aggiunta il risultato più rilevante raggiunto dall’ufficio tributi è l’inizio della vera e propria lotta all’evasione IRPEF, grazie alla fattiva collaborazione con l’Agenzia delle Entrate. Una adesione alla convenzione con l’Agenzia delle Entrate che è stata la prima delibera in assoluto della Giunta Monguzzi.

Perseguendo anche nei fatti l’idea federalista (a differenza di chi parla e non agisce) di un ritorno nelle casse comunali dei gettiti (100% per il 2013 e 2014) IRPEF recuperati dall’Agenzia.

Nel 2014 tale attività sarà ancora più incisiva e si auspica di incrementare sensibilmente gli introiti: se tutti pagano, tutti pagano meno… ad iniziare dagli onesti che hanno sempre pagato!!!

Come assessore al bilancio posso anche affermare che nel 2012 abbiano utilizzato tutte le risorse a disposizione e non abbiamo creato alcun maggiore avanzo rispetto a quanto richiesto dal saldo obiettivo del patto di stabilità. In poche parole, trattenendo le lamentele, abbiano speso il possibile, per far rimanere nel nostro comune le risorse che versiamo con le tasse.

In questi giorni mi capita di incontrare cittadini che mi stringono la mano quando dico loro che non occorre pagare la mini imu… ciò mi fa senz’altro piacere, ma semplicemente facciamo il nostro dovere.

Domenico Colnaghi (Partito Democratico) – Assessore al Bilancio

Comments

comments

Leave us a comment