Sulla bagarre in parlamento

Jan 30 2014
(1) Comments

Quando in politica il metodo supera il merito il rischio è di generare caos e incertezza. Questo è ciò che ieri è successo alla camera dei deputati. I parlamentari del M5S, pur di dimostrare qualcosa, hanno preferito scatenare una serie di iniziative al limite della decenza intellettuale.
Hanno preferito fare ostruzionismo, rilasciare dichiarazioni su facebook, fare video e saltellare sui banchi del governo piuttosto che sedersi ad un tavolo e cercare un confronto e un dibattito.
Isolatisi volontariamente da ogni discussione, di volta in volta, scelgono un tema e lo cavalcano fino ad esasperare e paralizzare ogni dialettica civile di dialogo. In merito alla trasformazione in legge del decreto IMU-Bankitalia il M5S non ha mai cercato una trattativa condivisa, hanno preferito astenersi e lanciare strali come forsennati. Indottrinati all’odio verso le altre forze politiche dal duo grillo-casaleggio hanno preferito esporre cartelli, gridare, inveire che costruire. Il tutto perchè è più semplice lanciare un messaggio di cambiamento ai propri elettori con gesti eclatanti piuttosto che sedendosi ad un tavolo e discutere.


Quello che il M5s cerca non è la soluzione dei problemi ma fare continuamente campagna elettorale con azioni dimostrative ad effetto. Il loro metodo è solo volto ad infiammare la dialettica per accentuare il confronto NOI-LORO!
Nel merito del decreto Bankitalia i grillini hanno semplicemente urlato che si stava privatizzando la banca d’Italia ed hanno volontariamente omesso di dire che la ricapitalizzazione è volta ad una polverizzazione del capitale azionario, non consentendo così ad alcun azionista di avere in mano azioni sufficienti a influenzare l’operato della banca, un rischio che esisteva considerando che già diversi istituti bancari detenevano quote spropositate della banca d’Italia (Intesa San Paolo il 30% e Unicredit il 22,3%). Inoltre con il decreto si è riaffermata l’indipendenza della Banca che era stata messa in discussione dalla legge 262 del 2005 voluta dall’allora governo berlusconi.
Ma tutti questi ultimi aspetti, che sarebbero i più importanti da divulgare, sono stati tralasciati dal M5S per potersi autoinvestire del ruolo di paladini del popolo contro i “cattivi” politici.
È reprovevole la manata di Dambruoso alla onorevole Lupo che cercava di saltare come un’ostacolista all’olimpiadi i banchi del governo, ma è un episodio che è figlio delle scelte di protesta del M5S. Anzi talvolta penso che siano proprio questi episodi che gli onorevoli grillini cercano… istigare per poi fare la parte delle vittime.
Questa è la strategia organizzata dalla diarchia grillo-casaleggio: visto che per scelta non vogliono parlare con le altre forze politiche e visto che non parlando rischiano di non avere visibilità cercano di apparire con azioni roboanti e antisistemiche. Scelgono un bersaglio, Napolitano, Boldrini oppure un decreto, e poi mettono in pratica azioni dimostrative estreme protetti dall’immunità parlamentare!
Perchè non è salito casaleggio sul tetto di montecitorio?
Perchè non è stato grillo a dare del boia al presidente della repubblica?
Semplicemente perchè mandano avanti i pedoni e intanto tessono trame dalle retrovie…. visto che grillo urla sempre al colpo di stato e all’attentato contro la democrazia per una volta faccia un azione in prima persona…quando c’era da lottare per la libertà uomini come Gramsci, Pertini, Matteotti o Gobetti si sono esposti in primo persona e non urlando dallo yacht.

Comments

comments

1 Comment
  • Voglio fare una premessa.
    Chi ha scritto questo articolo e’ una persona semplicemente incompetente e che ha dato la prova scritta che dovrebbe cambiare mestiere.
    La porcata di ieri in aula che ha visto come protagonisti voi del PD ed il Presidente della Camera Boldrini, potrebbe essere candidata agli Oscar della menzogna e della sporca furbizia.
    Voi che sbandierate diritto al lavoro e garanzie sociali e poi, con tanto di colonna sonora, ahime’, di Bella Ciao, applaudite il regalo di 4,2 miliardi alle banche.
    Studiate prima di scrivere.
    Come il peggior gatto e la volpe avete presentato un decreto con un accozzaglia di materie disomogenee: Imu e BankItalia.
    Perche’ non e’ stato scorporato tale provvedimento??
    Perche’ non avete accettato la proposta di approvarli e di discuterne separatamente??
    Il perche’ e’ spudoratamente ovvio.
    La logica del ricatto: il dire no avrebbe significato autorizzarvi a dire” il M5S vuole far pagare l’Imu..”, quando noi questa imposta la vogliamo eliminare.
    E poi mio caro poco informato economista del Pd sappi che con tale rivalutazione hai dimenticato di dire che hai soci privati andranno in piu’…..400 milioni di utili all’anno.
    Ed, inoltre, grazie ad un vostro emendamento in senato, tutte le eventuali plusvalenze godranno di un aliquota di favore: 12% e non 16%.
    Un bel risparmiuccio..no??
    E con quali soldi???
    Il risparmio pubblico tenuto nelle riserve.
    A favore di imprese o disoccupati??
    No…di Banche e Assicurazioni.
    Ed il M5S doveva sedersi con voi a “tavolino” per discutere cosa??
    Dell’ennesimo utilizzo del Decreto Legge ( ma tu non sai neanche che cos’e’ un decreto legge..) per deliberare su di un provvedimento, costruito in modo furbizio e menzognero, che e’ di competenza del Parlamento??
    Ed ora cosa fate??
    Ci definite casinisti…fascisti o sfascisti.
    Questa e’ vostra risposta??
    Tutto qui..??
    Dovevamo andare al Nazareno con Berlusconi e Renzi e contrattare per poi deliberare e approvare in dieci secondi in Commissione quello che decidono??
    E noi saremo fascisti?
    Delle vostre ragioni , a volte, mi vergogno io per voi.
    E ve lo dico da uomo che ha votato a sinistra per quasi vent’anni per poi rendermi conto che oggi piu’ che mai siete solo dei bugiardi.

    Paolino Guerriero

Leave us a comment