Un bacione a Firenze

Mar 22 2013
(0) Comments
di Monica Borgonovo

Lo scorso fine settimana mi sono concessa un week-end a Firenze. Un week-end ll’insegna della legalità. Ho partecipato, rappresentando il comitato provinciale di Monza e Brianza, all’Assemblea Nazionale di Avviso Pubblico. Come alcuni sapranno, anche l’Amministrazione Comunale di Lissone ha aderito ad Avviso Pubblico, insieme a Desio, Monza e Arcore, dando così vita al Comitato Provinciale proprio all’inizio di questo mese. Avviso Pubblico si occupa anche di mettere in rete le amministrazioni e di sostenerle nel loro percorso quotidiano di legalità, organizzando seminari formativi, gruppi di lavoro e iniziative, come “La legalità conviene” che si sta ora facendo in alcuni comuni della provincia di Torino, e come “Per un gioco responsabile”, che si fa carico di incentivare una cultura che parta dai piccoli riguardo a un tema tanto importante e grave: in Italia sono 8 milioni le persone affette da gioco d’azzardo patologico. E’ importante avere chiaro che il gioco d’azzardo, attraverso la rete ma anche attraverso le macchinette e i gratta e vinci che possiamo trovare in molti locali pubblici e che sono legali, è uno strumento utilizzato dalle mafie per arrivare sui territori senza creare allarme sociale, ma facendo girare denaro sporco. Associazioni come Avviso Pubblico fanno un servizio importante perchè “è il noi che vince”, da soli si è più fragili e, spesso, più in difficoltà anche a cogliere certi segnali. Spesso gli amministratori sono sotto tiro quando non si lasciano coinvolgere in certe logiche di malaffare, come sta accadendo in Pugliaultimamente, dove molti amministratori hanno subito atti intimidatori anche di una certa gravità. In particolare, per questo, sabato 9 aprile si terrà a Bari una giornata di manifestazione organizzata da Avviso Pubblico, a cui sono invitate tutte le amministrazioni per esprimere il loro sostegno ai colleghi locali, per dire con la loro presenza che non siamo disposti a lasciarci “guidare”, per così dire, in maniera più o meno esplicita verso il malaffare. Malaffare che, spesso, è camuffato da scelte di buon senso, pratiche, che vanno incontro agli interessi di tutti. E poi ancora l’8 e il 9 maggio, a Cinisi, la seconda edizione de “I cento passi dei sindaci”. Iniziative a cui potrebbe essere difficile essere presenti, vista la lontanaza, ma a cui sentiamo di partecipare con la vicinanza delle intenzioni e dei pensieri. Avviso Pubblico insieme a Libera diede vita nel 1996 allaGiornata della Memoria e dell’Impegno per ricordare le vittime della mafia. Tutte le vittime, non solo quelle più note, il numero delle quali si aggira intorno a 900 unità. E stiamo parlando di quelle conosciute. La giornata quest’anno si è celebrata, anch’essa, a Firenze. E’ stata una manifestazione molto partecipata, con tanta gente da tutt’Italia, 150 mila persone. Soprattutto tanti giovani. E molto toccante. In particolare, come immaginate, durante la lettura dei nomi delle vittime. C’erano anche i nostri ragazzi dell’Istituto Europa Unita. E ci saranno ancora sabato prossimo, 23 marzo, dalle ore 17 in piazza Libertà, insieme ai ragazzi delle scuole medie per ricordare anche qui a Lissone le vittime della mafia. Saranno con noi Valerio D’ippolito, referente provinciale di Libera, e Rita Tallarita in rappresentanza dei familiari delle vittime.

Comments

comments

Leave us a comment